19 Aprile 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Egitto, rinasce la cittadella medievale del Saladino: un piano da 10 milioni per far rinascere la Grande Cairo

20-02-2024 09:19 - News
La Cittadella del Cairo, cuore medioevale della capitale egiziana e patrimonio dell'Unesco, sarà restaurata e valorizzata grazie a un investimento da 300 milioni di sterline egiziane, circa 10 milioni di euro, che si aggiungeranno ad investimenti privati. Due torri dell'immensa fortezza che Salah-al-Dinal Ayyuby – il feroce Saladino che riconquistò Gerusalemme ai crociati nel 1187, cominciò a costruire nel 1176, e sede dei governi fino all'800 già state restaurate e sono state inaugurate nelle scorse ore dal ministro del Turismo e dell'Archeologia Ahmed Issy.

Parlando dal ballatoio tra la Torre Ramla e al-Haddad del castello di Sala-El Din Ayyubi, nome arabo di Saladino, il ministro ha spiegato come l'opera, interamente finanziata da privati, rappresenta l'inizio di un grande progetto di valorizzazione dei beni culturali del Cairo che sarà attuato attraverso un nuovo prodotto turistico, il Cairo City Break, un ricco pacchetto che sarà presentato ufficialmente per la prima volta durante la Borsa Turistica di Berlino (Btb) nel prossimo marzo. "I tempi della visita alla Fortezza aumenteranno da 1 a 3 ore - ha detto Issy - per dare più importanza a questi siti storici e rispondere ad una crescita delle presenza turistiche in Egitto, aumentate del 5% nei primi quaranta giorni dell'anno in corso rispetto allo stesso periodo del 2023".

Accompagnava il ministro il segretario generale del Consiglio supremo per l'Archeologia, Mustafa Waziri, che ha sottolineato come l'opera faccia parte di un progetto più vasto, detto Grande Cairo, che vuol fare della capitale egiziana non una tappa di passaggio per i turisti attratti da Luxor o da Sharm el Sheik, ma una visita che valga anche da sola il viaggio. Il progetto prevede la visita di sei siti archeologici e punta, fra l'altro ad aumentare i pernottamenti dei turisti nella capitale.

Da 3-4 giorni di media, si potrebbe arrivare a 12 giorni, rendendo più piacevole e più ricca anche l'offerta ricettiva di alberghi e ristoranti.

Attende di essere inaugurato anche il nuovo Grande Museo Egizio, per il quale il ministro non ha tuttavia ancora indicato una data.

Le torri, restaurate nel giro di un anno e tre mesi, poco dopo la moschea di Suleiman Pasha nello stesso complesso, formano tre quarti di un cerchio e presentano dettagli costruttivi unici nel loro genere, e sono solo due delle 12 presenti nella Cittadella, attualmente chiuse. Il complesso, comunque, offre un viaggio nel tempo e veri gioielli d'arte islamica di varie epoche, tra cui cinque moschee, una più bella dell'altra, e un panorama che spazia sull'intera città, fino alle piramidi di Giza.

Fonte: La repubblica

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie