24 Giugno 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Fughe autunnali: quattro destinazioni per una gita di un giorno dal Cairo

02-09-2023 07:21 - News
Non è un segreto che l’aumento dei prezzi quest’anno abbia costretto molti egiziani a rinunciare ai loro programmi estivi per un soggiorno urbano. Tuttavia, quando il clima si rinfresca, il mite autunno del paese potrebbe essere proprio la stagione ideale per un viaggio a basso costo.

Le fughe in spiaggia potrebbero suscitare grande interesse, ma i governatorati egiziani senza sbocco sul mare hanno altrettanto da offrire per un fine settimana ricco di divertimento. Per i cairenesi che cercano una pausa dalla città, una gita di un giorno consente di risparmiare le spese di alloggio pur godendo del piacere del viaggio. Di seguito sono riportati quattro bellissimi luoghi in attesa di essere esplorati, tutti a due ore di macchina dalla capitale.

LAGO SORGENTE DI AL HAMRA A BEHEIRA, ~100 CHILOMETRI A NORD-EST DEL CAIRO
Chiamato così per gli organismi di crostacei rossi che conferiscono all'acqua la sua tinta insolita, Al-Hamra Spring Lake si trova nel governatorato di Beheira, ai margini del deserto di Wadi El-Natrun, e offre alcuni dei suoi spettacoli naturali più affascinanti.

Trasporti:
Situato a metà strada tra Il Cairo e Alessandria, il lago è a poco meno di un’ora e trenta minuti di auto da entrambe le città. Ci sono anche diverse opzioni di autobus pubblici e privati ​​disponibili dal Cairo alla città di Wadi El-Natrun.

Attività:
Con una superficie di 300 acri, il protettorato naturale è stato storicamente un sito per il turismo medicinale. Si dice che le sue acque altamente saline curino una serie di disturbi della pelle, tra cui la psoriasi e l'eczema; e ci sono una serie di benefici per la salute che si ottengono facendo un bagno di fango sulle sue rive.

Per molti visitatori, i poteri curativi di Al-Hamra sono legati al suo significato religioso. La sorgente d’acqua dolce che sgorga dal centro del lago è conosciuta come Fontana di Maria e si dice che sia sgorgata in seguito al passaggio della Vergine Maria e di Gesù durante il viaggio della Sacra Famiglia in Egitto. Pertanto, l’area circostante ospita quattro monasteri – Deir Al-Suryan, Anba’ Bishoy, Al-Baramous e Abu Makar – ed è anche un importante sito di turismo religioso.

Oltre al suo valore storico e medicinale, il lago primaverile ospita un ecosistema diversificato e una destinazione attraente in particolare per il birdwatching. I viaggiatori possono scegliere di godersi i panorami dalla comodità dell'Hamra Ecolodge; oppure bivaccati e ammira il panorama dalla sponda opposta per un'atmosfera più scenografica. Nelle giornate calde arrivano anche gli abitanti del paese vicino, per i quali il lago è una meta molto apprezzata dalle famiglie.




COMPLESSO DELLA PIRAMIDE DI DAHSHUR E PARCO NAZIONALE A GIZA, ~40 CHILOMETRI A SUD DEL CAIRO
Situata appena oltre la periferia della capitale, Dahshur è perfetta per una gita di un giorno, con molto da offrire sia agli appassionati di storia che agli amanti della natura.

Trasporti:
Il complesso piramidale di Dahshur si trova a un’ora di macchina dal Cairo ed è raggiungibile anche con i mezzi pubblici. Per coloro che cercano un itinerario pre-organizzato, la maggior parte delle compagnie di viaggio attive al Cairo organizzano visite regolari al sito storico.

Attività:
Dahshur si trova ai margini dell'altopiano del deserto occidentale e condivide il nome con il vicino villaggio di Manshiyat Dahshur. Il complesso ospita due delle strutture antiche meglio conservate dell'Egitto: la Piramide Piegata e la Piramide Rossa, entrambe erette dal re Snefru, il primo faraone della IV dinastia. Il sito ospita anche tre piramidi più piccole risalenti alla tredicesima dinastia, ciascuna separata da vasti piani che ospitano più tombe, cave di pietra, insediamenti operai e rovine archeologiche.

Tradizionalmente, i visitatori si fermano a visitare le piramidi per un'ora o due prima di tornare al Cairo, ma c'è altro da vedere nella zona.

A breve distanza dalle antiche strutture si trova un vasto lago per la pesca che vanta viste spettacolari delle Piramidi di Dahshur sullo sfondo.

Il Parco Nazionale Berket Dahshur è stato soprannominato "Lago di Farouk", poiché l'ultimo monarca egiziano era noto per fare frequenti battute di caccia alle anatre sulle sue rive. Il lago è anche un punto di passaggio per gli uccelli migratori in viaggio da e verso l'Europa durante le stagioni autunnali e primaverili, rendendolo un luogo ideale per il birdwatching.

Negli ultimi anni, anche i terreni agricoli che circondano il villaggio di Manshiyat Dahshur sono diventati una destinazione a sé stante, con diverse piantagioni di datteri locali e produttori agricoli che aprono le loro porte ai visitatori. L’area ha anche visto la creazione di numerosi ecolodge, centri benessere e persino ritiri yoga, che offrono pacchetti giornalieri per una fuga verde dal trambusto della città.



PIRAMIDE DI MEIDUM E OASI A BENI SUEIF, ~100 CHILOMETRI A SUD DEL CAIRO
Mentre la maggior parte dei cairoti ha completato uno o più viaggi alle piramidi di Giza; altri siti altrettanto affascinanti difficilmente ottengono la loro giusta dose di riconoscimento locale – e non c’è bisogno di pianificare un lungo viaggio a Luxor per una dose di turismo storico.

Trasporti:
La Piramide di Meidum è a solo un’ora e trenta minuti di macchina dalla capitale. Diverse agenzie e compagnie di viaggio organizzano regolarmente viaggi organizzati dal Cairo, che possono essere più convenienti per chi cerca un itinerario completo.

Attività:
Situata nel governatorato di Bani Sueif, la Piramide di Meidum vanta una storia affascinante. L'antico sito egiziano, situato vicino a Menfi, sulla sponda occidentale del Nilo, risale al terzo millennio a.C. ed è famoso per la sua architettura altamente riconoscibile e non ortodossa.

Gli storici ritengono che la costruzione della piramide sia stata iniziata da Huni, l'ultimo sovrano della terza dinastia, e completata dal suo successore Snefru, il primo re della quarta dinastia. Si discute se la piramide sia crollata nei secoli successivi o se la costruzione non sia mai stata completata, da qui l’aspetto insolito del monumento.

Oltre alla famosa piramide, la zona vanta anche un altro tempio funerario accanto a rovine più antiche. Coloro che hanno un po' di tempo a disposizione dopo un tour e una carrellata di tutte le curiosità più interessanti, vorranno esplorare la vicina oasi, sede di una fauna vivace e di numerose caffetterie che servono cibo tradizionale.

In alcune sere del fine settimana, l'oasi di Meidum ospita anche concerti di musica folk e danza con compagnie locali come la compagnia folcloristica nazionale Bani Sueif o la banda Abusir Al-Malaq, le cui esibizioni celebrano il ricco patrimonio artistico dei governatorati.




VILLAGGIO DI TUNIS A FAYOUM, ~123 CHILOMETRI A SUD DEL CAIRO
Situato a poco meno di due ore di auto dal Cairo, nel Governatorato di Fayoum, il villaggio di Tunis è una destinazione turistica molto popolare, e per buone ragioni. La piccola cittadina agricola ha qualcosa in serbo per visitatori di ogni ceto sociale.

Trasporti:
Il villaggio di Tunis è a poco meno di due ore di macchina dal Cairo. Chi viaggia senza auto può prendere un microbus, un autobus privato o prendere il treno per la città di Fayoum e raggiungere Tunis utilizzando i trasporti locali.

Attività:
Tunis è conosciuta soprattutto per l'artigianato locale della ceramica, con decine di laboratori artigianali che offrono corsi intensivi e una straordinaria selezione di souvenir fatti a mano tra cui scegliere. I visitatori che arrivano in città a novembre – quando il clima è idealmente frizzante – avranno anche la possibilità di partecipare al festival annuale della ceramica di Tunis. Per questi tre giorni, gli artigiani provenienti da tutto il governatorato mettono in mostra i loro prodotti e condividono la loro saggezza con il pubblico attraverso una serie di masterclass e seminari.


Coloro che sono più interessati al turismo naturalistico vorranno fare un giro in barca sul lago Qarun, uno dei laghi naturali più antichi del mondo, che si estende per 53.000 acri in tutto il governatorato. Lungo le sue vivaci coste verdi, gli archeologi hanno portato alla luce anche fossili risalenti a quasi 10 milioni di anni fa.

Il lago di acqua salata, classificato come protettorato naturale, ospita una straordinaria diversità di piante e uccelli migratori. Sebbene gran parte della sua superficie sia altamente inquinata, in una piccola parte è ancora sicuro nuotare e ammirare la fauna selvatica dall'interno dell'acqua. Chi è più desideroso di terra può anche godersi una passeggiata a cavallo lungo la spiaggia o noleggiare una mountain bike in uno degli ecolodge locali.




Fonte: EGYPTIAN STREETS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie