04 Febbraio 2023
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Fuoriuscita di petrolio dal Golfo di Aqaba raggiunge la spiaggia di Asalah a Dahab

18-08-2022 07:16 - News
Dahab, una piccola città egiziana situata sul Golfo di Aqaba, confinante con Egitto, Giordania, Israele e Arabia Saudita, è stata colpita da una significativa fuoriuscita di petrolio.
Le foto del catrame spesso e grossolano, che ricopre la spiaggia, sono circolate sui social media, suscitando rabbia tra gli appassionati della città costiera. La fonte della fuoriuscita di petrolio è attualmente sconosciuta, ma si sospetta che provenga da una fuoriuscita di almeno 200 tonnellate di petrolio greggio nel Mar Rosso dalla costa meridionale della Giordania il 15 agosto. Secondo una dichiarazione rilasciata dal ministero dell'Ambiente il 17 agosto, la fuoriuscita ha colpito anche le aree di El-Garden, El-Asla e Zarnouq a Dahab, nel Sinai meridionale.

"Stiamo analizzando un campione dell'inquinamento e identificando l'impronta digitale spettrale per individuare il colpevole e adottare misure legali", ha affermato il ministro dell'Ambiente Yasmine Fouad, che ha aggiunto che sono in corso sforzi di contenimento dei rifiuti petroliferi, con quattro tonnellate di rifiuti petroliferi già recuperati e trasferito in discarica.

A Dahab, residenti, turisti e organizzazioni locali si sono uniti per ripulire le spiagge colpite dalla fuoriuscita di petrolio. Organizzazioni come Eco-Dahab, una piccola organizzazione sostenibile per la gestione delle destinazioni, e il club di apnea Dahab-Freedivers, sono tra coloro che supportano e guidano la pulizia.

Nadia Negm, residente a Dahab, dice a Egyptian Streets che nessuno in città sembrava essere a conoscenza della fuoriuscita di petrolio fino a quando il catrame non ha raggiunto la costa. “Ieri stavo passeggiando alle 6 del mattino e ho visto dei cani coperti di catrame... c'erano queste enormi macchie di catrame sulla spiaggia e alle 7 del mattino tutti sapevano che c'era stata una fuoriuscita di petrolio.

Non c'era quasi nessuna copertura nelle notizie, quindi non ci siamo nemmeno resi conto che era successo qualcosa del genere". Insieme agli sforzi del governo, Eco-Dahab sta organizzando pulizie nei punti di incontro e si sta coordinando con le riserve nazionali e il consiglio comunale per la rimozione e lo smaltimento del petrolio.

I residenti della città hanno anche creato un gruppo WhatsApp per invitare le persone a unirsi agli sforzi. Negm è solo uno dei tanti volontari che aiutano. Ad oggi, più di quattro tonnellate di rifiuti petroliferi sono state raccolte da volontari, ha affermato Eco-Dahab a Egyptian Streets, che ha aggiunto che più di 30 volontari hanno lavorato alla pulizia.

“Le persone, in particolare residenti e turisti, vanno sulle spiagge e prendono un paio di guanti da un dive club per raccogliere il catrame. Lentamente, le persone che passavano di lì hanno iniziato a dare una mano, portando guanti e grossi secchi per farci mettere l'olio", ha detto Negm a Egyptian Streets.

Una fuoriuscita di petrolio è una perdita di petrolio sulla superficie delle acque e delle aree costiere, con sostanze chimiche altamente concentrate con sostanze chimiche tossiche; una fuoriuscita può causare gravi danni ambientali e danni sia agli animali che alle persone.

Il petrolio greggio contiene composti organici volatili (VOC), che evaporano nell'aria e sono estremamente tossici se inalati, potenzialmente cancerogeni. Senza agenzie governative o servizi antincendio per ripulire le fuoriuscite di petrolio, i residenti di Dahab potrebbero essere esposti a tossine pericolose e sono a rischio di inquinamento tossico. La pulizia delle fuoriuscite di petrolio richiede attrezzature specializzate come un'ampia gamma di bracci, pompe, skimmer petroliferi e disperdenti chimici, nessuno dei quali possiede i residenti di Dahab.

Ci sono anche precauzioni necessarie per prevenire la contrazione delle malattie respiratorie, come indossare abiti protettivi, guanti, schermi facciali e respiratori facciali con una cartuccia di vapore organico (OV). Un respiratore facciale fornisce protezione per gli occhi dall'esposizione a gas e vapori.

"[I residenti] indossano pantaloncini e una maglietta, guanti da cucina di gomma, alcune pale - e se non hai una pala, stai portando il catrame con le mani e lo stai mettendo in grandi bottiglie di plastica", dice Negm .

"Ho visto alcune autorità e guardie di sicurezza sulla spiaggia, ma nessuna di loro ci sta aiutando o addirittura dicendoci di fermarci o [non raccoglierlo perché è tossico] e lo è, ma siamo così disperati la spiaggia pulita.” I residenti della zona stanno pulendo i loro cani ormai contaminati con detersivo per piatti; mentre questi ultimi sembrano fuori pericolo, il catrame è difficile da rimuovere. Negm ha anche ammesso che anche lei ha dell'olio bloccato sulla pelle.

Alcuni residenti hanno già mostrato sintomi di problemi di salute causati da fuoriuscite di petrolio. Una persona esposta a una fuoriuscita di petrolio può essere colpita in diversi modi; tra i sintomi di esposizione ci sono nausea e vomito, dolore toracico, lesioni cutanee e piaghe agli occhi.

Negm stessa ha sperimentato una serie di questi sintomi, vale a dire vertigini e affaticamento. Spiega anche che, sebbene la fuoriuscita sia relativamente piccola, è comunque dannosa per la fauna selvatica, il turismo e la salute dei residenti di Dahab. "L'impatto che avrà [su Dahab] è enorme perché a Dahab abbiamo barriere coralline e un ecosistema molto fragile.

Questa è l'ancora di salvezza per le persone […] provenienti da tutto il mondo vengono a vedere il Blue Hole e a tuffarsi Isole o Gabr El Bint. Tutte queste aree saranno danneggiate”, spiega Negm. La fuoriuscita di petrolio potrebbe anche influenzare il ruolo di Dahab come fermata di transito dall'altra parte del Golfo di Aqaba.

La città è un'area affascinante sulla costa sud-orientale della penisola del Sinai in Egitto, ed è una delle migliori località di immersione del Mar Rosso, nota per le sue attrazioni naturali. Dahab è circondata da barriere coralline e acque turchesi piatte che attirano turisti da tutto il mondo.

Pertanto, questa calamità ambientale, se non adeguatamente curata, può avere un impatto sul turismo di Dahab, con un effetto teso sull'economia locale. Come molti altri residenti di Dahab, Negm è preoccupata per il destino della sua città sulla scia della fuoriuscita e frustrata dal fatto che non molti sembrano ascoltare.

Se la fuoriuscita fosse avvenuta in Occidente o in un'altra parte del mondo con un posto più importante nei cicli di notizie internazionali, crede che sarebbe trattata con maggiore urgenza. "È deludente che una fuoriuscita di petrolio debba essere catastrofica, come quella nel Golfo del Messico nel 2010, per essere presa sul serio e ottenere copertura mediatica".


Fonte: EGYPTIAN STREETS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie