19 Aprile 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

I dipendenti pubblici egiziani lavoreranno da casa la domenica di agosto per alleggerire i carichi

28-07-2023 07:12 - News
I dipendenti pubblici egiziani lavoreranno da casa la domenica di agosto per alleggerire i carichi

Il primo ministro Mostafa Madbouly ha annunciato che tutti i dipendenti del governo negli enti che non forniscono servizi diretti al pubblico lavoreranno da casa ogni domenica del mese di agosto per alleggerire i carichi sulla rete elettrica del Paese.

La decisione si applica ai dipendenti pubblici in finanza, amministrazione e informatica, ha spiegato Madbouly in una conferenza stampa dopo la riunione settimanale del gabinetto a New Alamein giovedì.

I dipendenti che hanno un contatto diretto con il pubblico, come quelli che lavorano nel servizio clienti o nelle forze dell'ordine, continueranno a lavorare dai loro uffici la domenica, ha aggiunto Madbouly.

Il primo ministro ha anche invitato le aziende del settore privato a consentire ai propri dipendenti di lavorare da casa quando possibile per alleggerire i carichi sulla rete elettrica.

Il primo ministro ha anche rivelato che il governo annuncerà un nuovo programma per l'allentamento dei carichi.

Le recenti interruzioni di corrente sono il risultato dell'aumento dei consumi innescato dall'ondata di caldo in corso che ha colpito il Paese e il mondo.

Il programma sarà annunciato al pubblico lunedì 31 luglio indicando date e orari per l'allentamento del carico per quartiere, ha affermato il primo ministro.

Misure urgenti
Il primo ministro ha anche annunciato che il governo prevede di importare gasolio per un valore di 250-300 milioni di dollari come parte degli sforzi urgenti per rafforzare le forniture di carburante alle centrali elettriche, sottolineando che il governo ha sospeso le sue esportazioni di gas durante l'estate per fornire un adeguato approvvigionamento energetico a centrali elettriche.

Il Ministero della Gioventù e dello Sport è stato incaricato di programmare tutte le partite sportive prima del tramonto per ridurre il consumo di elettricità, ha osservato Madbouly.

Ha inoltre osservato che il governo ha anche ridotto l'illuminazione negli spazi pubblici durante l'estate.

Il primo ministro ha spiegato che l'85 percento dell'energia necessaria per far funzionare le centrali elettriche proviene da combustibili fossili, in particolare gas e diesel, e il restante 15 percento proviene da fonti di energia solare e rinnovabili.

Madbouly ha sottolineato che l'Egitto deve generare 34 gigawatt nelle ore di punta, per i quali sono necessari 129 milioni di metri cubi di gas e diesel al giorno.

Madbouly ha spiegato che dall'inizio dell'ondata di caldo, il 17 luglio, il consumo è salito a quasi 36 gigawatt al giorno, il che ha richiesto l'approvvigionamento giornaliero da 144 a 146 milioni di metri cubi di gas e diesel.

Ha aggiunto che l'Egitto aveva bisogno di alleggerire i carichi poiché non farlo avrebbe richiesto di fornire tra i 160 ei 165 milioni di metri cubi di gas e diesel al giorno, una quantità che attualmente non è possibile procurarsi.

Ha sottolineato che mentre il gas naturale è disponibile a livello nazionale, l'Egitto importa parte del diesel di cui ha bisogno dall'estero.

Allarme ascensori attivo
Nei giorni scorsi il governo ha adottato misure per alleggerire i carichi sulla rete elettrica a causa dell'aumento dei consumi innescato da una massiccia ondata di caldo che ha colpito il Paese e il mondo.

Sabato, l'Egyptian Electricity Holding Company (EEHC) ha annunciato orari di inizio specifici per l'allentamento dei carichi, che sono entrati in vigore domenica.

L'EEHC ha informato il pubblico che l'allentamento dei carichi avrebbe avuto luogo nel periodo di 20 minuti compreso tra 10 minuti prima dell'inizio dell'ora e 10 minuti dopo l'inizio dell'ora.

L'EEHC ha chiesto al pubblico di non utilizzare gli ascensori durante questa finestra temporale di 20 minuti per garantire la propria sicurezza.

L'azienda ha sottolineato che eventuali interruzioni di corrente non dureranno più di un'ora.

Affrontare l'ondata di caldo
La scorsa settimana, il primo ministro Madbouly ha affermato che le recenti interruzioni di corrente sono state causate dall'aumento dei consumi innescato dall'intensa ondata di caldo a cui il paese ha assistito.

Madbouly ha aggiunto oggi che se la crisi continua fino alla prima o seconda settimana di settembre il governo continuerà ad alleggerire i carichi e a mantenere tutte le misure urgenti.

All'inizio della scorsa settimana, il Ministero dell'Elettricità e delle Energie Rinnovabili ha confermato che il consumo nazionale di elettricità ha raggiunto livelli record.

Per la seconda settimana di fila, le temperature in Egitto hanno superato i 40 gradi Celsius nella maggior parte del paese, superando i 45 frizzanti nel profondo sud.

Le temperature record in tutto il mondo hanno provocato incendi in più di un continente, costringendo i governi a evacuare migliaia di cittadini.

Gli osservatori delle Nazioni Unite e dell'UE hanno affermato giovedì che luglio sarà il mese più caldo della storia e probabilmente "senza precedenti" da migliaia di anni, avvertendo che questo era un assaggio del futuro climatico del mondo.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie