30 Gennaio 2023
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

I ministri egiziani danno seguito ai preparativi della COP27, agli sforzi per trasformare Sharm El-Sheikh in una città verde

26-04-2022 00:21 - News
I ministri egiziani del turismo e delle antichità, dello sviluppo locale e dell'ambiente hanno dato seguito ai preparativi per ospitare la Conferenza delle Nazioni Unite sul clima del 2022 (COP27) a novembre e agli sforzi per trasformare Sharm El-Sheikh in una città verde.

Il Ministro dell'Ambiente Yassmine Fouad, il Ministro del Turismo Khaled El-Anani e il Ministro dello Sviluppo Locale Mahmoud Shaarawi hanno discusso gli sviluppi del sistema integrato di gestione dei rifiuti a Sharm El-Sheikh per trasformarlo in una città verde e sostenibile.

L'incontro ha anche esaminato una serie di progetti infrastrutturali e proposte per lo sviluppo di questo sistema e lo smaltimento sicuro dei rifiuti per le strutture alberghiere e turistiche nella città turistica del Mar Rosso.

Questo fa parte dei preparativi in corso per ospitare la COP27 a Sharm El-Sheikh.

I ministri hanno esaminato i risultati dei colloqui in corso con le aziende disposte a lavorare nel sistema dei rifiuti solidi nel Sinai meridionale con l'obiettivo di aumentare l'efficienza della raccolta, del trasporto, del trattamento e del riciclaggio dei rifiuti.

I ministri, a questo proposito, hanno affermato l'importanza del ruolo svolto dalla comunità locale e dai residenti del Sinai meridionale per rendere questo sistema di successo.

Domenica, Fouad ha detto che l'Egitto non vede l'ora di preparare un'agenda integrata in vari settori durante la COP27.

Il cambiamento climatico è la principale sfida internazionale che i paesi devono affrontare, ha detto, osservando che i paesi in via di sviluppo cercano di ottenere i finanziamenti necessari per essere in grado di realizzare progetti di adattamento.

Ha fatto le osservazioni durante la sua partecipazione alla Conferenza annuale 2022 del Forum Boao per l'Asia.

Ha sottolineato l'importanza del forum che arriva in un momento in cui il mondo si sta riprendendo dal coronavirus e sta affrontando una grave crisi economica accompagnata da importanti sfide ambientali.

Ha sottolineato l'importanza di trasferire la tecnologia alle comunità in via di sviluppo per aiutarle a raggiungere rapidamente la neutralità del carbonio.

Ha anche chiesto l'introduzione di un nuovo tipo di istruzione come l'istruzione tecnica che aiuta ad alleviare l'impatto dei cambiamenti climatici.

La scorsa settimana, il ministro della cooperazione internazionale Rania Al-Mashat ha dichiarato che i successivi incontri con i partner di sviluppo e la comunicazione continua tra i team tecnici hanno portato a molti quadri di partenariato e cooperazione sotto la presidenza egiziana della COP27.

Ciò avviene sia a livello di supporto tecnico o fondi di sviluppo, sia eventi che saranno organizzati come parte della conferenza e degli eventi della giornata finanziaria.

Fonte: Egypt today

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie