29 Maggio 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

I tagli della corrente tornano in Egitto dopo l'Eid

05-04-2024 07:47 - News
I tagli della corrente tornano in Egitto dopo l'Eid

I tagli della corrente torneranno dopo l'Eid al-Fitr, causando interruzioni di corrente fino a due ore al giorno al fine di conservare le riserve di gas naturale per i mesi estivi caldi e gestire i crescenti costi dell'energia, ha riferito una fonte del settore elettrico ad Enterprise.

Una data di fine per i blackout in Egitto rimane incerta, ha aggiunto la fonte. Tuttavia, è in atto un piano per ridurre gradualmente il tempo in cui le persone subiscono i tagli di corrente. Idealmente, ciò porterà all'eliminazione completa dei blackout man mano che aumentano le forniture di gas naturale del paese.

La recente situazione economica, in particolare la svalutazione della Sterlina Egiziana (EGP), è un fattore determinante dietro i blackout. La svalutazione dell'EGP del mese scorso ha causato un aumento significativo della bolletta mensile del Ministero dell'Elettricità per le fonti di energia rinnovabile come il vento e l'energia solare. Queste risorse vengono acquistate tramite accordi espressi in dollari statunitensi (USD), rendendole più costose a causa del tasso di cambio.

In risposta all'aumento dei costi di produzione e alla recente svalutazione della Sterlina Egiziana, i prezzi dei carburanti sono aumentati per la prima volta nel 2024. Questa decisione, annunciata dal Ministero del Petrolio e delle Risorse Minerarie alla fine di marzo, mira a ridurre il divario tra il costo di produzione del carburante e il prezzo a cui viene venduto ai consumatori.

Recentemente l'Egitto ha intrapreso una serie di azioni per affrontare le sue sfide finanziarie. In primo luogo, la Banca Centrale ha implementato il più grande aumento dei tassi di interesse mai visto nel paese. Questo aumento significativo, mirato a contenere l'inflazione e attrarre investimenti esteri, rende più costoso l'indebitamento per le imprese e gli individui.

In secondo luogo, l'Egitto ha permesso una significativa svalutazione della sua valuta, la Sterlina Egiziana (EGP), del 38 percento.

La motivazione principale di queste misure è quella di ottenere ulteriori aiuti finanziari dal Fondo Monetario Internazionale (FMI) e da altri creditori. Recentemente l'Egitto ha firmato un programma di prestiti espanso con il FMI, aumentando un programma di prestiti esistente di 5 miliardi di dollari statunitensi.

Fonte: EGYPTIAN STREETS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie