29 Maggio 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Il quarto treno Talgo egiziano entrerà in servizio operando tra Il Cairo e Assuan

29-03-2023 07:33 - News
L'Autorità ferroviaria egiziana (ERA) ha annunciato che il quarto treno Talgo entrerà in servizio mercoledì e che opererà tra Il Cairo e Assuan come il terzo, effettuando fermate a Giza, Asyut, Sohag, Qena, Luxor, Edfu e Kom Ombo.
L'Egitto ha acquistato da Talgo sei treni in un affare del valore di 157 milioni di euro. Ciascuno è composto da cinque vagoni ferroviari di prima classe con aria condizionata, otto vagoni ferroviari di seconda classe con aria condizionata, cambusa, motore e auto a motore. I treni sono realizzati in alluminio, il che li rende più leggeri e, di conseguenza, riduce il consumo di carburante.

Inoltre, era prevista l'installazione di telecamere di sorveglianza su quei treni per proteggere i passeggeri. I veicoli prevedono anche posti adatti ai diversamente abili e un sistema di intrattenimento in quanto ogni posto in prima classe è dotato di uno schermo, mentre in seconda classe sono presenti schermi centrali.

ERA ha iniziato a dicembre l'operazione pilota dei primi due treni Talgo, la cui velocità è di 160 chilometri all'ora, tra l'Egitto e Alessandria. Il ministro dei trasporti Kamel al-Wazir ha partecipato mercoledì alla firma di un protocollo di cooperazione tra l'Autorità ferroviaria egiziana (ERA) e Talgo affinché la società costruisca una fabbrica in Egitto per la produzione di vagoni ferroviari.

Il ministro Wazir ha dichiarato che l'impianto sorgerà a Kom Abou Rady di Beni Suef su una superficie di oltre 20 feddan (un feddan equivale a 4.500 metri quadrati) accanto alle officine ferroviarie già lì presenti. Il ministro dei trasporti Kamel al-Wazir ha partecipato mercoledì alla firma di un protocollo di cooperazione tra l'Autorità ferroviaria egiziana (ERA) e Talgo affinché la società costruisca una fabbrica in Egitto per la produzione di vagoni ferroviari.

Il ministro Wazir ha dichiarato che l'impianto sorgerà a Kom Abou Rady di Beni Suef su una superficie di oltre 20 feddan (un feddan equivale a 4.500 metri quadrati) accanto alle officine ferroviarie già lì presenti. Ciascuna della prima e della seconda fase consiste nella fabbricazione di 50 treni da parte di ingegneri e operai egiziani, ma sotto la supervisione di esperti spagnoli. Inoltre, la componente locale dovrebbe essere del 45%.


Fonte: EGYPT TODAY

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie