04 Febbraio 2023
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

La città egiziana di Sharm El Sheikh è stata dichiarata libera da sacchetti di plastica monouso

23-10-2022 08:00 - News
La città di Sharm El-Sheikh è priva di sacchetti di plastica monouso, hanno annunciato sabato il ministro dell'Ambiente egiziano Yasmine Fouad e il governatore del generale Khaled Fouad del governatore del Sinai meridionale in una conferenza stampa nella Piazza del Mercato Vecchio a Sharm El-Sheikh.

Il Ministro ha parlato delle procedure esecutive adottate per liberare dalla plastica monouso la città di Sharm el-Sheikh attraverso lo svolgimento di workshop e campagne di sensibilizzazione rivolte ai cittadini e ai proprietari di negozi e ristoranti della città. Ha aggiunto 10.000 alternative ai sacchetti di plastica come i sacchetti di stoffa che sono stati distribuiti gratuitamente al cittadino, oltre a 350.000 su 1 milione di sacchetti di carta.

Alla conferenza ha partecipato il Rappresentante Residente dell'UNDP in Egitto Alessandro Fracassetti; il vicecapo della delegazione dell'Unione europea in Egitto Tobias Krause; e rappresentanti delle autorità interessate e dei media.

"Questo alla luce della strategia nazionale per ridurre l'uso di sacchetti di plastica monouso, che è stata adottata nel 2021", ha affermato il ministro Fouad, dal presidente Abdel Fattah El Sisi.

La dichiarazione è stata dichiarata dopo aver lanciato un'iniziativa per ripulire la terra e il mare di Sharm El-Sheikh dai materiali plastici sabato, in preparazione per ospitare la conferenza COP 27 che si terrà in città dal 6 al 18 novembre.

L'iniziativa è stata attuata nel protettorato di Ras Mohammed e nella marina di Wataniya, ha affermato il ministro.

L'Ambasciatore Fracassetti ha annunciato il sostegno al Ministero dell'Ambiente nei suoi sforzi per eliminare i sacchetti di plastica monouso, ringraziando altri partner come l'Ambasciata Svizzera al Cairo e la Missione dell'Unione Europea in Egitto.

"Insieme, aumentiamo la consapevolezza sull'impatto negativo dei rifiuti di plastica su #redsea", ha affermato su Twitter.



I sacchetti monouso intossicano la terra, poiché la maggior parte dei sacchetti di plastica monouso impiega migliaia di anni per decomporsi e trasformarsi in piccole particelle di plastica, che liberano le tossine nel suolo e nell'acqua. Pertanto, gli esseri umani potrebbero mangiare piante coltivate in terreni tossici e influire sulla loro salute. La vita marina e gli ecosistemi sono messi in pericolo dalle particelle di plastica che si trovano in gran numero negli oceani.

Lo stato sta lavorando per ridurre il consumo di sacchetti di plastica a 100 sacchetti pro capite all'anno entro il 2025 e 50 sacchetti a persona entro il 2030, ha affermato il ministro dell'Ambiente in una precedente dichiarazione.

Se volete restare informati ed aggiornati sulle nostre iniziative, iscrivetevi alla newsletter.


Fonte: EGYPT TODAY

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie