31 Gennaio 2023
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

La sterlina egiziana chiude domenica a 24 contro USD

31-10-2022 07:15 - News

Il tasso di cambio della sterlina egiziana è sceso a 24 rispetto al dollaro USA al termine delle contrattazioni di domenica, pochi giorni dopo che l'Egitto ha annunciato che stava adottando un regime di cambio "durevolemente flessibile" in concomitanza con un accordo con il Fondo monetario internazionale (FMI).

Il tasso del dollaro ha registrato EGP 24 per l'acquisto e EGP 24,1 per la vendita, secondo i dati della Banca Centrale d'Egitto (CBE).

Il tasso del dollaro ha registrato anche EGP 23,8 per l'acquisto e 23,9 per la vendita presso la Banca nazionale d'Egitto (NBE), Banque Misr e la Commercial International Bank (CIB), e ha registrato EGP 23,9 per l'acquisto e EGP 24 per la vendita presso l'Arab African Banca Internazionale (AAIB).

Giovedì la sterlina è scesa di circa il 14,5% in concomitanza con l'accordo sul livello del personale da 3 miliardi di dollari tra l'Egitto e il FMI. Giovedì la CBE ha annunciato che stava adottando un regime di cambio più flessibile come una delle numerose nuove politiche monetarie.

Tra le sue decisioni, la CBE ha alzato i tassi di interesse chiave in una riunione non programmata del 2% (200 punti base) e ha affermato che avrebbe gradualmente eliminato le lettere di credito (LC) per i finanziamenti all'importazione entro dicembre di quest'anno.

Compreso l'aumento di giovedì, la CBE ha aumentato i tassi di interesse chiave di un totale senza precedenti del 5% dall'inizio del conflitto russo-ucraino a febbraio.

L'Egitto ha lottato con l'impatto della crisi ucraina negli ultimi mesi, che ha esercitato pressioni sulla valuta, rallentato le importazioni e fatto scendere le riserve estere da $ 40,994 miliardi di febbraio a $ 33,198 miliardi di fine settembre.

In una conferenza stampa giovedì, il governatore della Banca centrale egiziana Hassan Abdalla ha affermato che l'accordo con il FMI fa parte delle misure strutturali e delle politiche che l'Egitto ha recentemente adottato nell'ambito del suo nuovo programma di riforma economica.

Ha aggiunto che il programma migliorerà gli indicatori macroeconomici del paese e la sua capacità di far fronte agli obblighi esterni che sono stati esacerbati a causa del conflitto russo-ucraino.

Il prestito di 3 miliardi di dollari dell'FMI fa parte di uno schema finanziario di 9 miliardi di dollari che dovrebbe includere 1 miliardo di dollari dal fondo per la sostenibilità dell'FMI e 5 miliardi di dollari dai partner di sviluppo del paese, ha affermato il ministro delle finanze Mohamed Maait durante la conferenza stampa.

Il FMI ha collaborato con l'Egitto negli ultimi dieci anni e gli ha fornito supporto per affrontare le sfide finanziarie, economiche e sociali.

Dall'inizio dell'attuazione da parte del governo del programma di riforma economica sostenuto dal FMI nel 2016, l'Egitto ha ottenuto tre prestiti dal fondo, incluso un prestito di 12 miliardi di dollari per attuare la prima ondata di riforme (novembre 2016 - luglio 2019) nell'ambito del Fondo esteso Facilità.

Questo è stato seguito da due prestiti separati per un importo di 8 miliardi di dollari nel 2020 per affrontare i duri impatti della pandemia, nell'ambito del meccanismo di finanziamento rapido e dell'accordo stand-by del FMI.

Fonte: AL AHRAM NEWS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie