21 Febbraio 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

L’Egitto richiede agli stranieri che richiedono la residenza di pagare le tasse in dollari

02-09-2023 07:06 - News
Gli stranieri che richiedono la residenza in Egitto sono tenuti a pagare le tasse in dollari o altre valute forti secondo una decisione del governo emessa giovedì.

Il primo ministro egiziano Mustafa Madbouly ha recentemente emesso una decisione volta ad affinare le norme legate alla riscossione delle tasse di soggiorno da parte degli stranieri residenti nel Paese.
Questi pagamenti, tradizionalmente effettuati in sterline egiziane, ora devono essere consegnati in dollari statunitensi o il suo equivalente in valute libere.

Per confermare la loro conformità con queste regole riviste, gli stranieri che richiedono la residenza, sia per scopi turistici che non turistici, saranno tenuti a presentare una ricevuta di una banca o società di cambio autorizzata, attestante il loro trasferimento monetario. Questo pagamento è essenzialmente la somma totale delle spese di alloggio, delle multe per mora e del costo di emissione della carta di residenza.

In base ad una disposizione separata della stessa decisione, agli stranieri che vivono illegalmente in Egitto viene concesso un periodo limitato per regolarizzare il loro status di residenza. Questa disposizione arriva come incentivo, incoraggiando le persone a farsi avanti e rivelare il loro effettivo status di immigrazione, il tutto in cambio della rinuncia a precedenti violazioni.

Il decreto concede agli stranieri che non hanno una residenza valida tre mesi di tempo per legittimare il proprio soggiorno a condizione che siano ospitati da un cittadino egiziano e paghino 1.000 dollari di spese amministrative.

All'inizio di marzo 2023, l'Egitto ha annunciato che gli stranieri che richiedono la cittadinanza egiziana dovrebbero soddisfare determinati criteri, tra cui l'acquisto di beni immobili di proprietà statale per un valore non inferiore a 300.000 dollari o la creazione o la partecipazione a un progetto di investimento per un valore non inferiore a 350.000 dollari.

La decisione, pubblicata sulla gazzetta ufficiale, prevede che il valore finanziario dell'acquisto sarà trasferito dall'estero secondo le regole stabilite dalla Banca Centrale d'Egitto.

Inoltre, la somma di denaro dovrebbe entrare in Egitto attraverso uno degli sbocchi doganali e dovrebbe essere registrata in dogana.

La decisione stabilisce inoltre che gli investitori che richiedono la cittadinanza dovrebbero depositare i 350.000 dollari di entrate dirette presso la tesoreria dello Stato.

L’Egitto soffre di una carenza di dollari e sta lavorando su una serie di regole per ottenere valute forti.

Si prevede che l’Egitto si unirà al blocco BRICS delle nazioni in via di sviluppo [Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa] insieme ad altri cinque paesi tra cui gli Emirati Arabi Uniti e l’Arabia Saudita a partire da gennaio 2024.

Il Ministro delle Finanze Mohamed Maait ha affermato in una precedente dichiarazione che trattare in valuta nazionale tra gli Stati membri dei BRICS aiuta l’Egitto a “razionalizzare i consumi nel paniere valutario della fattura di importazione”.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie