29 Maggio 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Le interruzioni di corrente continuano in tutto l'Egitto: cosa causa realmente il problema?

24-07-2023 14:49 - News
Questa settimana il governo egiziano ha introdotto un nuovo programma di riduzione del carico, che prevede interruzioni di corrente in orari specifici durante la giornata.

Ciò richiede ai cittadini di controllare i propri orologi prima di utilizzare gli ascensori.
La mancanza di chiarezza da parte del governo sulla frequenza delle interruzioni di corrente e sul fatto che la riduzione del carico possa verificarsi più volte nella stessa area ha causato confusione tra il pubblico, come espresso sui social media.

Nonostante le ripetute assicurazioni del governo di aumentare la capacità della sua rete elettrica e raggiungere l'autosufficienza energetica, il pubblico rimane perplesso sulla causa dei blackout.

Record di consumi e surplus di potenza Da giugno 2015, l'Egitto è autosufficiente dal punto di vista elettrico e attualmente ha un surplus di elettricità superiore al 25%. Il Ministero dell'Elettricità e delle Energie Rinnovabili ha annunciato il 17 luglio che il consumo nazionale di elettricità ha raggiunto livelli record a causa dell'ondata di caldo che ha colpito l'Egitto dalla scorsa settimana.

Con temperature in gran parte dell'Egitto che si avvicinano ai 40 gradi Celsius e raggiungono i 45 gradi nel profondo sud, le interruzioni di corrente sono diventate insopportabili per chi rimane in casa.

"Per la prima volta, i carichi elettrici hanno raggiunto il livello massimo di consumo registrato negli anni precedenti, raggiungendo i 34.650 megawatt (MW), mentre sono in corso i lavori per stabilizzare l'alimentazione", ha affermato il ministero in una nota.

Il Ministero ha precisato che, sebbene il consumo abbia raggiunto i 44.900 MW, esisteva ancora una capacità di riserva di 9.800 MW, indicando che la capacità disponibile non era stata superata.

Cosa causa il problema?
Il ministro dell'Elettricità Mohamed Shaker ha attribuito la necessità di ridurre il carico alla diminuzione della fornitura di gas alle centrali elettriche, come affermato nel suo comunicato stampa.

“Attualmente stiamo attuando riduzioni temporanee del carico per ridurre la pressione sulla rete del gas”, ha detto mercoledì il primo ministro Mostafa Madbouly durante la riunione settimanale del gabinetto, dopo due giorni di lamentele dei cittadini per ripetute interruzioni di corrente senza preavviso, che avevano provocato danni ad alcuni apparecchi elettrici.

Mistero sulla carenza di gas
Nonostante la ripetuta enfasi dell'Egitto sull'avere un significativo surplus di elettricità e le esportazioni di gas naturale di circa 8 milioni di tonnellate per un valore di 8,4 miliardi di dollari nel 2022, vi è attualmente una carenza di fornitura di gas alle centrali elettriche.

Secondo un rapporto dell'Organizzazione dei Paesi arabi esportatori di petrolio (OAPEC) di luglio, l'Egitto è stato in grado di mantenere le sue esportazioni di gas a 1,9 milioni di tonnellate durante il primo trimestre del 2023.

L'Egitto ha annunciato il raggiungimento dell'autosufficienza nel consumo di gas naturale nel 2018 e la cessazione delle importazioni di gas a causa del progressivo aumento della produzione locale e della scoperta di giacimenti di gas, in particolare il giacimento di Zohr nel Mediterraneo. Nell'agosto 2022, il governo ha annunciato un piano di razionamento del consumo energetico a livello nazionale volto a risparmiare il 15% dell'utilizzo di gas naturale e reindirizzarlo verso le esportazioni per generare valuta estera.

All'inizio di questo mese, il ministro del petrolio e delle risorse minerarie Tarek El-Molla ha negato le affermazioni di una riduzione della produzione locale e ha dichiarato che l'Egitto non ha esportato alcuna quantità di gas naturale liquefatto (GNL) a giugno a causa dell'aumento del consumo locale. Mercoledì, in un'intervista alla CNN Business Arabic, El-Molla ha annunciato che il ministero prevede di riprendere l'esportazione di GNL a ottobre. Saheeh Masr, una piattaforma di verifica dei fatti, ha rivelato che l'Egitto ha esportato GNL nelle ultime quattro estati, per un valore totale di 2,68 miliardi di dollari secondo i dati della Banca centrale d'Egitto.

Nonostante il presunto surplus di gas ed elettricità, la causa principale del problema rimane un mistero poiché le centrali elettriche continuano a sperimentare una fornitura di gas insufficiente.


Fonte: AL AHRAM NEWS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie