24 Giugno 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Mercato del tabacco in Egitto

04-08-2023 16:28 - News
L'annuncio di un previsto aumento delle tasse sui prodotti del tabacco ha provocato aumenti paralleli dei prezzi di mercato e perdite finanziarie per il tesoro statale.I fumatori egiziani hanno avuto difficoltà a trovare la loro marca di sigarette preferita sul mercato.
I fortunati, tuttavia, possono colpire l'oro - gioco di parole - per quasi il doppio del prezzo. La marca di sigarette più venduta è la Cleopatra di produzione locale, che ha un prezzo di LE24 ma le interruzioni di fornitura nel mercato hanno portato un pacchetto di 20 sigarette di Cleopatra fino a LE50.

In mezzo all'aumento senza precedenti del prezzo, Hani Aman, CEO di Eastern Company (ET), il produttore di Cleopatra e di molti altri marchi di sigarette, ha dichiarato ad Al-Ahram Weekly che la società vende il pacchetto per i distributori per LE24, il prezzo finale per i consumatori. Nel frattempo, è cresciuto un mercato parallelo del tabacco. I principali distributori e venditori si rivolgono ogni giorno alle loro piattaforme di social media per annunciare i prezzi di diversi marchi, mentre alcuni commercianti hanno monopolizzato il commercio di sigarette in determinate aree, come Bab Al-Bahr, dove è monopolizzata la distribuzione di marche di tabacco nel centro del Cairo.

Alcuni hanno attribuito questo al sistema di distribuzione delle sigarette della Compagnia Orientale (ET), in quanto fornisce appaltatori di distribuzione che, a loro volta, distribuiscono a grossisti e dettaglianti nei chioschi. "Questo è un meccanismo di distribuzione commisurato ai nostri enormi rapporti di distribuzione", ha detto Aman al Weekly. "Distribuiamo 3,5 miliardi di sigarette all'anno", ha detto Aman, rendendo le sigarette "la più grande merce distribuita in Egitto". Secondo Aman, ET ha 300 distributori che implementano la fattura elettronica e vendono allo stesso prezzo indicato dalla società.

Alcuni osservatori ritengono che la crisi del mercato del tabacco sia iniziata dopo l'annuncio di un aumento delle tasse sul tabacco. Il ministro delle Finanze Mohamed Maait aveva chiesto un emendamento alle tasse sul tabacco nel bilancio 2023-24 per aumentare le sue entrate fiscali da 81 miliardi di LE a 87 miliardi di LE.

I dettagli dell'aumento dei prezzi sono stati concordati, ma il parlamento deve ancora emettere l'emendamento per aumentare la tassa. Fakhri Al-Fiqi, capo della commissione per la pianificazione e il bilancio della Camera dei rappresentanti, ha dichiarato al Weekly che durante la terza sessione della Camera - che comprendeva 56 sessioni plenarie e 188 progetti presentati dal governo e dal parlamento - la Camera non ha discusso alcun progetto di legge relative all'aumento delle tasse sulle sigarette e nessuna proposta in merito è stata presentata dal ministero delle Finanze.

Secondo Ibrahim Imbabi, capo della divisione tabacco presso la Federazione delle industrie egiziane, i meccanismi per attuare l'aumento delle entrate fiscali sul tabacco sono stati messi a punto a seguito di un incontro con Ahmed Kojak, viceministro delle finanze, nel marzo 2023. Imbabi aveva precedentemente affermato che l'imminente aumento delle tasse dovrebbe variare da LE0,5 a LE2 a seconda della marca di tabacco.

"La crisi del tabacco è stata portata alla ribalta a causa dell'avidità dei venditori all'ingrosso che sono stati informati dei dettagli dell'aumento delle tasse e sono ricorsi all'accumulo di pacchetti di sigarette per beneficiare in seguito dell'aumento dei prezzi", ha aggiunto Imbabi. Hani Aman ritiene che i commercianti abbiano fissato il prezzo delle sigarette con l'aspettativa che ci sarà una svalutazione della sterlina e di conseguenza hanno raddoppiato il prezzo di listino del pacchetto da LE24 a LE48.

La Camera dei Rappresentanti è ora in pausa fino a quando non si riunirà nuovamente alla fine dell'estate e i problemi nel mercato del tabacco perdureranno fino a quando le tasse sul tabacco non saranno ratificate. Nel frattempo, il tesoro dello Stato sta perdendo tempo e denaro. Imbabi ha esortato il primo ministro Mustafa Madbouli a chiedere la convocazione di una riunione eccezionale della Camera dei Rappresentanti per approvare l'emendamento. In risposta, il deputato Makram Radwan ha dichiarato in TV che non è necessario convocare una riunione parlamentare di emergenza se Madbouli presenta l'emendamento direttamente al presidente Abdel-Fattah Al-Sisi per la ratifica.

L'anno scorso il parlamento aveva emesso emendamenti per aumentare la tassa sulle marche di sigarette.

Sulla base di questi emendamenti, nell'agosto 2022 il ministero delle Finanze ha emesso una decisione ministeriale per aumentare i prezzi dei pacchetti di sigarette di LE0,5-1 e aumentare il tetto dei prezzi in linea con gli aumenti di prezzo previsti derivanti dall'aumento delle tasse. La decisione includeva l'aumento della tassa a LE1.400 su un kg puro di tabacco e l'imposizione di LE2 di tasse su ogni millilitro di tabacco liquido utilizzato nelle sigarette elettroniche. Inoltre, su ogni pacchetto di sigarette, locale o importato, è stata imposta un'imposta sul valore aggiunto di LE0,4 a favore dell'Autorità Generale per l'Assicurazione Malattia, da depositare su un conto intestato all'Autorità presso la Banca Centrale di Egitto, come previsto dalla legge sull'assicurazione sanitaria universale. La sezione 9 dell'articolo 40 della legge stabilisce che una tassa LE0.75 sarà imposta sui prodotti del tabacco locali e importati per finanziare il regime di assicurazione sanitaria universale.

La commissione aumenterà di LE0.25 ogni tre anni fino a raggiungere un massimo di LE1.5. Oltre alla scarsità causata dalla tassa anticipata, l'industria delle sigarette risente della carenza di dollari. "La crisi del dollaro in Egitto ha provocato una carenza di materie prime necessarie per l'industria del tabacco", ha detto Imbabi, avvertendo che ciò potrebbe minacciare l'industria locale delle sigarette nei prossimi 45 giorni. Il tabacco viene importato in Egitto perché è vietato coltivarlo. Il tesoro statale riceve il 75 per cento della tassa sull'importazione di tabacco, ha aggiunto. Tuttavia, Aman ha affermato che le riserve di materie prime per l'industria delle sigarette sono rassicuranti e la produzione è in pieno svolgimento.


Fonte: AL AHRAM NEWS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie