20 Luglio 2024
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Nuovi orari, nuove abitudini

07-07-2024 07:11 - News
Nuovi orari, nuove abitudini



A causa delle interruzioni di corrente, i consumatori devono adattarsi ai nuovi orari di chiusura dei negozi.



A partire dal 1º luglio, i negozi chiuderanno prima del solito, una decisione presa per razionalizzare il consumo di elettricità a seguito delle frequenti interruzioni di corrente che hanno colpito il paese nell'ultimo anno.



Con l'arrivo dell'estate e l'aumento del consumo di elettricità, le interruzioni sono diventate più frequenti e fastidiose.



Secondo il Comitato Supremo per la Licenza dei Negozi, presieduto dal Ministro dello Sviluppo Locale Hisham Amna, fino al 26 settembre di quest'anno i negozi dovranno chiudere alle 22 nei giorni feriali e resteranno aperti un'ora in più nei fine settimana. I centri commerciali chiuderanno a mezzanotte nei giorni feriali, con orari estesi fino all'1 di notte nei fine settimana. Lo stesso vale per ristoranti e caffè, con consegne disponibili 24 ore su 24. I negozi come le officine di riparazione dovrebbero chiudere alle 19, ad eccezione di quelli che offrono servizi di emergenza.



Sono esclusi dalla decisione negozi di alimentari, supermercati, farmacie, panetterie e mercati all'ingrosso.



Secondo un comunicato stampa del ministero, Amna ha affermato che la decisione è in linea con le direttive del Primo Ministro Mustafa Madbouli di prendere le misure necessarie per razionalizzare l'elettricità al fine di ridurre il volume dei prodotti petroliferi importati, considerando l'aumento delle temperature e l'incremento senza precedenti del consumo di elettricità.



Le reazioni ai nuovi orari di chiusura sono miste.



Nevine Abu Taleb, un'insegnante e madre di tre figli, ha respinto il cambiamento, spiegando che fare acquisti al mattino non è conveniente a causa del caldo estremo dell'estate. Per lei e molti egiziani, ha detto, fare acquisti è possibile solo dopo il tramonto, il che non lascia molto tempo se i negozi chiudono alle 22.



Abu Taleb ha aggiunto che Il Cairo è noto per la bellezza delle sue notti e per il piacere di stare in giro per le strade fino a tardi, e che fare acquisti di notte è considerato un passatempo in Egitto. Ha detto che chiudere i negozi alle 22 porterà le persone a restare sveglie fino a tardi a casa, aumentando così il consumo di elettricità.



Ha anche messo in dubbio come i proprietari dei negozi possano far fronte ai loro obblighi finanziari, siano essi stipendi dei lavoratori o tasse, con orari di apertura così ridotti. Ha detto che non importa se i negozi sono autorizzati ad aprire presto. “Chi si sveglierebbe presto per fare acquisti, comunque?” ha chiesto Abu Taleb.



Ma Sawsan Al-Sayed, una pensionata, ha appoggiato le chiusure anticipate. "L'Egitto sta vivendo circostanze straordinarie e, quindi, dobbiamo adattarci alla situazione difficile, come abbiamo fatto dopo la guerra del 1973", ha detto Al-Sayed, riferendosi alla guerra dell'Egitto con Israele, aggiungendo che i cittadini devono cooperare.



Nel frattempo, Rabie Al-Shimi, proprietario del caffè Al-Borsa Al-Wataniya ad Alessandria, ha detto che dovrebbe essere fatta un'eccezione per le città costiere che sono frequentate dai villeggianti estivi. Ha detto che durante l'estate vedono una domanda che non ottengono nel resto dell'anno.



Anche la deputata Samira Al-Gazzar è d'accordo. Ha sottolineato che le persone hanno iniziato ad andare nei resort estivi per sfuggire al caldo, che aumenterà dopo la fine degli esami della Thanaweya Amma (esame di maturità) verso la fine di luglio. Al-Gazzar ha detto che i negozi nelle città costiere devono essere esentati. Ha detto che presenterà una richiesta al ministro dello sviluppo locale affinché le città costiere siano trattate diversamente.



Zakaria Mohamed, un contabile, vuole assicurarsi che tutti rispettino la legge. Spesso, ha detto, solo i negozi nelle strade principali sono obbligati a seguire la legge, mentre quelli nelle strade secondarie sono fuori dal controllo.



"Quando i consumatori si renderanno conto che tutti i negozi stanno rispettando le date specificate, si adatteranno, ma quando sapranno che possono acquistare le loro forniture in qualsiasi momento in aree specifiche fuori dal controllo degli ufficiali, allora non si parlerà di razionalizzazione. Ciò che è più importante delle decisioni è il modo in cui vengono implementate", ha detto Mohamed.



Il governo ha annunciato che le interruzioni termineranno entro la terza settimana di luglio. Attualmente il governo sta aumentando le importazioni di gas naturale con valuta forte tanto necessaria. Sono necessari in totale 1,8 miliardi di dollari per importare gas naturale e mazut per far funzionare le centrali elettriche e fermare i blackout, ha detto Madbouli la scorsa settimana durante una conferenza stampa per spiegare i blackout che sono diffusi in tutto il paese.



Il portavoce del Ministero del Petrolio e delle Risorse Minerarie Hamdi Abdel-Aziz ha detto ai media questa settimana che sono già arrivati due carichi di gas naturale e altri 19 sono previsti durante l'estate.

Fonte: AL AHRAM NEWS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie