30 Gennaio 2023
Notizie
percorso: Home > Notizie > News

Tutto ciò che devi sapere sul primo numero di emergenza unificato 112 in Egitto

02-11-2022 06:51 - News
L'Egitto è più vicino ad avere la sua prima linea di emergenza unica in assoluto dopo che il presidente Abdel-Fatteh El-Sisi ha inaugurato lunedì il principale centro di controllo del progetto a Mokkatam.

La Rete Nazionale Unificata per le Emergenze e la Pubblica Sicurezza (NAS) sarà accessibile chiamando il numero verde 112. Il servizio all-in-one ha lo scopo di sostituire le attuali linee di assistenza per le emergenze multiple. La rete mira a fornire una risposta rapida alle chiamate di emergenza a livello nazionale, un servizio simile alla hotline di emergenza 911 negli Stati Uniti.

I servizi che saranno disponibili attraverso la linea di assistenza includono polizia, ambulanza e altri soccorsi e supporto.

Le persone potranno comporre il numero in caso di emergenze come incidenti stradali, incendi in casa, gravi crisi sanitarie, problemi di sicurezza.

Le chiamate di emergenza saranno indirizzate agli organi interessati e tracciate dal principale centro di controllo della rete.

La rete fornisce servizi di comunicazione sicuri a 2.187 siti suddivisi in nove distretti

Il Grande Cairo sarà coperto da 537 siti, mentre 78 siti copriranno il Nuovo Cairo.

La rete cerca di collegare le stazioni di controllo ai soccorritori di emergenza e alle installazioni vitali come elettricità, acqua, gas, servizi Internet e Global Positioning System (GPS).

Una rete in fibra ottica di 31.300 chilometri è responsabile del collegamento della rete a livello nazionale.

In aggiunta a ciò, è stata introdotta una tecnologia di rete di trasporto ottico (OTN) come sistema di messaggistica che fornisce capacità/velocità di trasmissione dati super capaci per un costo finanziario totale di $ 1 miliardo di dollari secondo la Presidenza egiziana.

Inoltre, tutte le reti di telefonia mobile civili egiziane e la rete nazionale nella Nuova Capitale Amministrativa sono state collegate ai cavi in ​​fibra ottica della rete utilizzando il cosiddetto sistema "front haul" per ridurre al minimo i costi e l'uso del suolo.

La rete copre attualmente sei governatorati, tra cui Port Said, Ismailia, Suez, Luxor, Assuan e South Sinai, dove si terrà la 27a sessione della Conferenza delle Nazioni
Unite sui cambiamenti climatici (COP27) nella città di Sharm El Sheikh -Mar Rosso.

Il servizio dovrebbe essere implementato presto in tutti i 27 governatorati del paese.

Il centro è considerato uno dei più moderni e grandi sistemi del suo genere in Medio Oriente.

Il centro è operativo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 su due turni.

Il progetto della rete di emergenza dovrebbe essere finalizzato entro quattro mesi, secondo il presidente.


Fonte: AL AHRAM NEWS

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie